MERCOLEDÌ della V sett. di Pasqua SANTA RITA DA CASCIA, religiosa – MEMORIA (bianco)
mercoledì, 22 maggio 2019
Lettera di Benedetto XVI ai Cattolici d'Irlanda 12 Mar 2019

Vi chiedo di non perdere la speranza

Avete sofferto tremendamente e io ne sono veramente dispiaciuto. So che nulla può cancellare il male che avete sopportato. È stata tradita la vostra fiducia, e la vostra dignità è stata violata. Molti di voi avete sperimentato che, quando eravate sufficientemente coraggiosi per parlare di quanto vi era accaduto, nessuno vi ascoltava.

Quelli di voi che avete subito abusi nei convitti dovete aver percepito che non vi era modo di fuggire dalle vostre sofferenze. È comprensibile che voi troviate difficile perdonare o essere riconciliati con la Chiesa.

A suo nome esprimo apertamente la vergogna e il rimorso che tutti proviamo. Allo stesso tempo vi chiedo di non perdere la speranza. È nella comunione della Chiesa che incontriamo la persona di Gesù Cristo, egli stesso vittima di ingiustizia e di peccato. Come voi, egli porta ancora le ferite del suo ingiusto patire. Egli comprende la profondità della vostra pena e il persistere del suo effetto nelle vostre vite e nei vostri rapporti con altri, compresi i vostri rapporti con la Chiesa.

So che alcuni di voi trovano difficile anche entrare in una chiesa dopo quanto è avvenuto. Tuttavia, le stesse ferite di Cristo, trasformate dalle sue sofferenze redentrici, sono gli strumenti grazie ai quali il potere del male è infranto e noi rinasciamo alla vita e alla speranza.

Credo fermamente nel potere risanatore del suo amore sacrificale – anche nelle situazioni più buie e senza speranza – che porta la liberazione e la promessa di un nuovo inizio. Rivolgendomi a voi come pastore, preoccupato per il bene di tutti i figli di Dio, vi chiedo con umiltà di riflettere su quanto vi ho detto. Prego che, avvicinandovi a Cristo e partecipando alla vita della sua Chiesa – una Chiesa purificata dalla penitenza e rinnovata nella carità pastorale – possiate arrivare a riscoprire l’infinito amore di Cristo per ciascuno di voi. Sono fiducioso che in questo modo sarete capaci di trovare riconciliazione, profonda guarigione interiore e pace.

Benedetto XVI, Lettera pastorale ai cattolici dell’Irlanda (19 marzo 2010)



Benedetto XVI Cattolici Lettera Speranza

Articoli correlati

01 Apr 2019

Il Papa in Marocco per mantenere viva la speranza

Intervista a fra Pietro Messa, preside della Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani
26 Mar 2019

Una festa che riaccende la speranza

Il Vescovo di Assisi in Porziuncola per la Solennità dell'Annunciazione
27 Feb 2019

Dopoconcilio, una vicenda intensa, anche travagliata, ma sempre stimolante

Inedito di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI in onore di p. Umberto Betti
30 Gen 2019

Fedeli e soggetti alla Chiesa

La cattolicità in San Francesco d’Assisi
18 Gen 2019

Festa dei Santi martiri di Marocco

Lettera del Ministro Generale ai frati della Custodia del Marocco
12 Giu 2018

Speranza, Eucaristia, Perdono e Amore

Riflessione sulla spiritualità evangelica “asiatica” del venerabile card. Van Thuan per oggi
16 Mag 2019

Vento e Avvento dello Spirito, dall’Economia della Croce all’Economia della Voce

Dal 17 al 19 maggio si celebrerà alla domus Laetitiae di Assisi il terzo convegno “Assisi nel Vento” (Vento dello Spirito, Vento nuovo nelle scienze del creato) dal titolo “Vento e Avvento dello Spirito dall’Economia della Croce all’Economia della Voce” una tre giorni di scienza e fede per approfondire e...