ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Opportunità nel tempo estivo 28 Giu 2016

Visitare e pregare, in Assisi e Perugia

La nostra è un’epoca in cui non si favorisce il raccoglimento; anzi a volte si ha l’impressione che ci sia paura a staccarsi, anche per un istante, dal fiume di parole e di immagini che segnano e riempiono le giornate.

C’è la necessità di educarci al valore del silenzio: il silenzio è capace di scavare uno spazio interiore nel profondo di noi stessi, per farvi abitare Dio, perché la sua Parola rimanga in noi, perché l’amore per Lui si radichi nella nostra mente e nel nostro cuore, e animi la nostra vita.

È per questo motivo che il Santuario di Santa Maria degli Angeli offre questa grande opportunità a tutti i pellegrini in visita ad Assisi nel periodo estivo (dal 1 luglio al 3 ottobre): poter trovare – dal lunedì al venerdì– lo spazio sacro della Porziuncola aperto per la preghiera silenziosa e personale dalle 21 alle 22.30.

Alle ore 22.30, prima della chiusura del Santuario, si recita insieme la preghiera di Compieta.

Mentre il sabato sera prosegue la preghiera serale del santo Rosario con processione aux flambeaux sul piazzale antistante la Basilica.

Confortati dall’esperienza dello scorso anno e viste le numerose richieste giunte da parte dei pellegrini, la Basilica di San Francesco organizza, dall’1 luglio al 31 agosto, due visite guidate d’orario alla Basilica.

Le visite saranno guidate da un frate, dal lunedì al sabato alle 10.30 e alle 16.30. La durata di ogni visita è di circa 75 minuti. I pellegrini possono presentarsi prima dell’orario di inizio al chiosco delle audioguide nella piazza inferiore per prenotarsi.

L’iniziativa del Sacro Convento vuole dare la possibilità a tutti i pellegrini presenti in Assisi di conoscere meglio la vita di San Francesco e il suo messaggio attraverso l’arte.

Un’altra iniziativa è proposta dalla fraternità del Convento di Monteripido in Perugia: ogni giovedì alle 19.15, dal 23 giugno al 15 settembre, ci sarà la celebrazione dei Vespri al belvedere.

Al vespro con catechesi francescana, davanti alla Cappella del beato Egidio, segue un’agape fraterna, con quanto ciascuno avrà portato.

Quest’anno le catechesi sono essenzialmente incentrate sul tema delle opere di misericordia in san Francesco d’Assisi.



Apertura Apertura serale Monteripido Porziuncola

Articoli correlati

20 Mag 2024

Un incantevole incunabolo: per cantare a Dio!

Alla Biblioteca di San Francesco del Monte di Perugia abbiamo partecipato alla presentazione del restauro del grande incunabolo musicale di Francesco de Brugis
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
03 Mag 2024

L’esperienza del Francescout

Sulle orme del Poverello di Assisi, alla sequela di Cristo, cercando di conoscere il segreto della sua gioia
20 Mag 2024

Un incantevole incunabolo: per cantare a Dio!

Alla Biblioteca di San Francesco del Monte di Perugia abbiamo partecipato alla presentazione del restauro del grande incunabolo musicale di Francesco de Brugis

per ascoltare alcune esecuzioni del Maestro padre Matteo Ferraldeschi OFM disponibili su: https://www.youtube.com/watch?v=fBBGpVtq1z4

 



  • 17 Mag 2024

    In cammino verso il Ben-Essere

    A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere