ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Grazie al sito perdonodiassisi.org 28 Lug 2022

Vivere il Perdono di Assisi con i frati minori della Porziuncola da ogni parte del mondo

Manca poco al Perdono di Assisi e la Porziuncola si sta preparando ad accogliere le migliaia di pellegrini che, in particolare nei giorni 1-2 agosto, vorranno varcare la porta della Porziuncola per ricevere l’Indulgenza del Perdono di Assisi. Quest’anno le porte del Convento della Porziuncola si apriranno per accogliere le confessioni che, come lo scorso anno, saranno fatte all’aperto, in appositi gazebo allestiti presso il giardino del Convento.

Ma non abbiamo pensato solo a quanti verranno ad Assisi, ma a tutti. Ai tanti che da ogni parte del mondo amano la Porziuncola e ci seguono da casa, perché non sono nelle condizioni di potersi fare fisicamente pellegrini ad Assisi.

Per questi e per tutti, è online il sito internet perdonodiassisi.org per vivere tutti insieme le Celebrazioni del Perdono.

 

 

L’esperienza del Perdono si fa comunione di preghiera, attraverso la possibilità di inviarci le vostre intenzioni, che custodiremo e affideremo a Dio, per intercessione della Madonna degli Angeli nel Rosario del sabato sera.

Ancora, abbiamo pensato alla possibilità di regalarvi un santino personalizzato di S. Francesco e, se volete, la possibilità di regalarlo ad una persona a voi cara.

Infine, per tutti, la possibilità di sostenerci con una piccola donazione, secondo le vostre possibilità. Un modo questo per aiutarci a sostenere la formazione dei nostri frati giovani nel loro percorso vocazionale, i nostri fratelli più fragili nell’Infermeria e l’operato in tutti i luoghi in cui il Signore ci chiama, dal carcere agli ospedali, dai santuari ai confessionali e a custodire i luoghi della vita e dell’esperienza di San Francesco. San Francesco amava la Porziuncola più di ogni altro luogo e ha chiesto ai frati di non lasciarla mai. Obbedienti a questo suo desiderio, ancora oggi custodiamo questo Santuario a te tanto caro. La nostra presenza in Porziuncola, luogo delle origini dell’Ordine francescano e della morte del poverello di Assisi, aiuta i milioni di pellegrini che ogni anno passano da questa chiesetta o seguono da casa le celebrazioni, a vivere la stessa grazia che Francesco sperimentò in questo luogo. Il desiderio di San Francesco è che la Porziuncola sia per te lo stesso luogo di grazia che è stato per lui. La nostra presenza costante, la cura del luogo e i tanti servizi offerti, esprimono il nostro desiderio di incontrarti ed essere per te strumento di questa grazia.



Confessionale Confessione Confessioni Perdono di Assisi Porziuncola Preghiera Sito internet

Articoli correlati

24 Mag 2024

Solennità del Corpus Domini alla Porziuncola

Il Programma 2024 delle Celebrazioni liturgiche in Basilica
20 Mag 2024

Tra fede e bellezza, torna la Notte dei Santuari

Un'iniziativa promossa dal Collegamento nazionale dei Santuari italiani insieme all’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei
17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
10 Mag 2024

Un Giubileo tutto sulla Speranza

Papa Francesco emana la Bolla di indizione del Giubileo del 2025 Spes non confundit, la speranza non confonde
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
03 Mag 2024

L’esperienza del Francescout

Sulle orme del Poverello di Assisi, alla sequela di Cristo, cercando di conoscere il segreto della sua gioia
25 Apr 2024

Benedetti... benediciamo!

Siamo andati a conoscere l’Angolo delle Benedizioni: si tratta di un servizio attivato da qualche anno nel cuore del Santuario di S. Maria degli Angeli



  • 11 Apr 2024

    Pregò e disse: Ave Maria

    Presentazione a Stroncone di quella che si ritiene essere, al momento, la più antica versione dell'Ave Maria: risale al Trecento