MERCOLEDI della XXIV sett. del T.O S. GIUSEPPE DA COPERTINO, sacerdote I O. – MEMORIA (bianco)
mercoledì, 18 settembre 2019
Protomonastero di S. Chiara in Assisi 10 Ago 2012

Novena di Santa Chiara

Terminata la novena per la festa di S. Chiara, inserita nella preghiera dei Vespri celebrati presso la Basilica in Assisi a lei dedicata, riportiamo le meditazioni che i predicatori di turno hanno proposto.

Prima, però, ricordiamo che oggi pomeriggio - alle ore 18.00 - Sua Ecc. Rev.ma Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi - Nocera Umbra - Gualdo Tadino, presiederà nella stessa Basilica la Santa Messa vigiliare della Solennità di S. Chiara, mentre alle ore 21, presso il Santuario di San Damiano, vi sarà la consueta Veglia di preghiera nel Transito di Santa Chiara presieduta dal Ministro Provinciale dei Frati Minori dell'Umbria, p. Bruno Ottavi.

Domani, 11 agosto, si concluderà il Centenario della Consacrazione di Santa Chiara. Diverse celebrazioni si svolgeranno nelle Basiliche di Santa Chiara e di Santa Maria degli Angeli.

In particolare la chiusura ufficiale avverrà con il ritorno delle reliquie dei capelli di Santa Chiara dalla Porziuncola alla Basilica ad essa dedicata di Assisi, il pomeriggio dell'11 agosto, alle ore 18.00, durante la S. Messa solenne nel transito della Madre Chiara, presieduta da P. José Rodríguez Carballo ofm, Ministro Generale dei Frati Minori.

Il pomeriggio dello stesso giorno, a partire dalle ore 15.30, un momento di preghiera precederà la dedicazione di un chiostro del Santuario della Porziuncola a Santa Chiara. La dedicazione prevede l'installazione di sette opere d'arte ad olio su tavola realizzate dall'artista Aurelio Bruni, una statua della Santa realizzata da Piero Casentini e un'opera in maiolica eseguita da Rebecca Becker. La dedicazione del Chiostro prevederà anche un concerto in onore di Santa Chiara del gruppo "Trasimeno String Quartet" e del soprano Francesca Bruni. Inoltre si svolgerà una breve pièce teatrale della Compagnia teatrale "Chiara di Dio".

Estratti delle Fonti Francescane descrittivi delle sette nuove opere d'arte ad olio di Aurelio Bruni:

  1. Chiara invia denari alla Porziuncola: Essa madonna Chiara, mentre era nel seculo, dette ad essa testimonia (Bona de Guelfuccio di Assisi) per devozione certa quantità de denari e comandolle che li portasse a quelli che lavoravano in Santa Maria de la Porziuncola, ad ciò che comperassero de la carne. [Proc XV1I,7: FF 3129]
  2. Il Vescovo di Assisi consegna la palma a Chiara: Era prossimo il giorno solenne delle Palme, quando la giovane si recò dall'uomo di Dio (Francesco) per chiedergli della sua conversione, quando e in che modo dovesse agire. Il padre Francesco ordina che nel giorno della festa, elegante e ornata, si rechi alle Palme in mezzo alla folla del popolo, e poi la notte seguente, uscendo fuori dalla città, converta la gioia mondana nel lutto della domenica della Passione. Giunto dunque il giorno di domenica, in mezzo alle altre dame, la giovane, splendente di luce festiva, entra con le altre in chiesa. Qui, con degno presagio, avvenne che, mentre gli altri correvano a ricevere le palme, Chiara, per verecondia, rimase immobile e allora il pontefice (il vescovo Guido), scendendo i gradini, giunse fino a lei e pose la palme nelle sue mani. [LegsC 7: FF 3168]
  3. Chiara fugge da casa: La notte seguente (il giorno delle Palme), preparandosi ad eseguire il comando del santo, intraprese la fuga desiderata con un'onesta compagnia. Siccome però non volle uscire per la porta consueta, riuscì ad aprire con le proprie mani, con una forza che a lei stessa apparve straordinaria, un'altra porta, che era ostruita da legni e pietre pesanti. Quindi, abbandonati la casa, la città, i parenti, si affrettò verso Santa Maria della Porziuncola, dove i frati, che vegliavano pregando nella piccola cappella, accolsero la giovane Chiara con lumi accesi. [LegsC 7-8: FF 3169-3170]
  4. Il taglio dei capelli in Porziuncola: Qui (Santa Maria della Porziuncola), per mano dei frati, depose i suoi capelli. [LegsC 8: FF 3170]
  5. La vestizione in Porziuncola: Subito, lasciate qui (Santa Maria della Porziuncola) le sozzure di Babilonia, consegnò al mondo il libello di ripudio; qui [...] abbandonò i suoi abiti variegati. [...] Quando dunque l'umile ancella ebbe assunto davanti all'altare della beata Maria le insegne della santa penitenza e quasi davanti al letto nuziale della vergine si fu sposata con Cristo, Francesco la condusse alla chiesa di san Paolo, perché rimanesse in tale luogo fintanto che l'Altissimo non avesse provveduto diversamente. [LegsC 8: FF3170.3172]
  6. Chiara e Francesco alla Porziuncola: Santo Francesco, quando stava a Sciesi, ispesse volte visitava santa Chiara dandole santi ammaestramenti Ed avendo ella grandissimi desiderii di mangiare una volta con lui [...]Disse allora santo Francesco: «Acciò ch'e. Ila sia più consolata, io voglio che questo mangiare si faccia in santa Maria degli Agnoli, imperò ch'ella è stata lungo tempo rinchiusa in santo Damiano, sicché le gioverà di vedere il luogo di santa Maria, dov'ella fu tonduta e fatta isposa di Gesù Cristo; ed ivi mangeremo insieme al nome di Dio». Venendo adunque il dì ordinato a ciò, santa Chiara esce del monistero con una compagna, accompagnata di compagni di santo Francesco, e venne a santa Maria degli Agnoli. E salutata divotamente la Vergine Maria dinanzi al suo altare, dov'ella era stata tonduta e velata, sì la menorono vedendo il luogo, infino a tanto che fu ora da desinare. E in questo mezzo santo Francesco fece apparecchiare la mensa in sulla piana terra, siccome era usato di fare. [Fior XV: FF 1844]
  7. La morte di Francesco e il corteo funebre che sosta a s. Damiano: Nella notte Francesco morì; al mattino venne tutto il clero e popolo della città di Assisi, e portarono con sé dal luogo dove era morto, il corpo santo diluì, cantando inni e laudi, e recando ognuno rami di alberi Per volontà del Signore, la salma fu fatta sostare a San Damiano [...] E tolta la grata di ferro attraverso la quale le sorelle solevano comunicarsi e udire la parola di Dio, i frati levarono dalla lettiga funebre il corpo del Santo e lo tennero tra le braccia lungamente presso quella finestra, finché Chiara e le sue sorelle si furono consolate, sebbene fossero tutte piene e disfatte di dolore e lacrime, vedendosi private dei conforti e delle esortazioni di un tale Padre. [Spec 108: FF 1808]

Queste le meditazioni in preparazione alla festività:



Aurelio Bruni Benedetto Tuzia Domenico Cancian Domenico Sorrentino Fonti Francescane Gualtiero Bassetti Novena Protomonastero Renato Boccardo Santa Chiara

Articoli correlati

13 Ago 2019

Santa Chiara e i social network

Spazio ristretto e tempo dilatato
12 Ago 2019

Chiara, tralcio di vite feconda che porta molto frutto

Celebrazioni della Solennità di santa Chiara
11 Ago 2019

Contemplare l'eucarestia è guardarsi allo specchio

Veglia di s.Chiara al Santuario francescano del Sacro Speco di Narni
11 Ago 2019

Siate sempre amanti di Dio e delle vostre anime

Veglia di preghiera a s. Damiano
10 Ago 2019

Figlie di santa Chiara in Rwanda

Fra Marco racconta i frutti della missione in Africa
10 Ago 2019

San Damiano: semplice, austero e bellissimo

Luogo di intensa e fiduciosa preghiera
Leggi altre notizie dallo speciale

12 Set 2019

Francesco, uomo di Parola

Meditare sugli scritti e sui luoghi del santo di Assisi