MERCOLEDÌ della XX sett. del T.O. S. PIO X, papa – Memoria (bianco)
mercoledì, 21 agosto 2019
il ricordo della Corale Porziuncola 28 Feb 2010

P. Pietro Starnini, a vent’anni dalla morte

Nella Celebrazione Eucaristica di questa seconda Domenica di Quaresima, la Corale Porziuncola, che da 60 anni guida il canto liturgico nella Basilica della Porziuncola, vuole ricordare la figura del suo Fondatore, P. Pietro Starnini, a vent’anni dalla sua morte, avvenuta il 25 febbraio 1990.

Ricordare la sua figura di sacerdote e musicista è doveroso non solo per la fraternità della Porziuncola e per la sua Corale, ma anche per tutta la cittadinanza di Assisi e Santa Maria degli Angeli, nella quale egli visse gli anni della sua vita di sacerdote, di musicista e di insegnante nella scuole pubbliche.

Nato nel 1914, a Civitella Benazzone (Perugia), frate minore dal 1932, sacerdote nel 1939, già da studente di teologia collaborava con il direttore di allora, P. Mauro Galletti nella preparazione dei canti liturgici che venivano eseguiti nelle celebrazioni della Basilica dalla Schola Cantorum formata quasi totalmente dai chierici del Seminario Porziuncola. Nello stesso anno 1939, fu inviato a Roma per approfondire la musica sacra.

A P. Mauro Galletti successe nell’ufficio di Maestro di cappella della Basilica, al suo ritorno da Roma, dopo gli studi compiuti al Pontificio Istituto di Musica Sacra come allievo del grande Maestro Don Licinio Refice, del quale assimilò lo stile, ben riconoscibile nelle sue composizioni; come anche nel Kyrie e nell’Agnus Dei della “Messa Responsoriale” che ascolteremo nella Celebrazione odierna.

Ma nella direzione della Schola Cantorum, P. Pietro dovette affrontare delle difficoltà non indifferenti e non presenti prima, per la crisi di vocazioni religiose, che cominciò a farsi sentire verso la metà degli anni Sessanta, e il conseguente pericolo della “morte” della Schola stessa.

P. Pietro con energia e vigore affrontò il problema: allargando la base dei partecipanti, immettendo cioè nella Schola Cantorum, oltre ai bambini, prima uomini laici, e poco dopo anche le ragazzine e le donne. Nacque così l’attuale gruppo corale misto che prese il nome di “Corale Porziuncola”, che p. Pietro ha diretto fino agli ultimi anni di vita, coadiuvato dal suo collaboratore e confratello organista, M° P. Alberto Cerroni.

Seguì la sua “Corale” e ciascuno dei suoi cantori, piccoli e grandi, non solo come Maestro, ma come padre, guida spirituale e amico, offrendo occasioni di crescita nell’apprendimento della musica e del canto a diverse generazioni di giovani e adulti, dentro e fuori della Corale.

Dietro il suo carattere spesso rude, si nascondeva la sua bonarietà, la sua premura e la sua paternità, rivelate specialmente nei momenti di svago, di difficoltà, di bisogno, di sofferenza, ma anche nelle vacanze al mare di Pescara, che ogni anno regalava alla sua Corale. In quei giorni era tutto: direttore, cuoco, medico, controllore della disciplina e del comportamento dei coristi, amministratore saggio e previdente.

Oltre a fondatore e direttore della Corale, è stato compositore delle musiche che venivano eseguite durante le Celebrazioni liturgiche della Basilica: messe, mottetti, canti popolari. È bello ricordare l’inno popolare alla Madonna degli Angeli, divenuto ormai familiare ed eseguito ancor oggi con trasporto e fervore, dal nostro popolo e dai pellegrini alla Porziuncola.

Fu insegnante di musica e canto gregoriano al Seminario Teologico dei Frati Minori, al Seminario Regionale Pio XI di Assisi per 17 anni, e a lungo, per 26 anni, ovvero fino all’età pensionabile, svolse attività didattica nelle scuole statali di Assisi, Santa Maria degli Angeli e Bastia. È memorabile la sua capacità di controllo sui ragazzi delle scuole, dove riusciva a mettere in piedi cori di 100/150 elementi con esecuzioni corali di notevole libello.

Nel 1986, per malattia e limiti di età, consegnò la sua Corale all’attuale maestro P. Antonio Giannoni, trascorrendo gli ultimi anni nel portare la croce di Cristo della sua infermità, all’Infermeria della Porziuncola.

Il seme che P. Pietro ha piantato, di fedeltà nel servizio alla Basilica e di amore alla Liturgia, anche tramite la Corale Porziuncola, continui a generare frutti di Bellezza e di Preghiera. Tutto ciò serva, come vuole la Chiesa, per la crescita nell’amore al Signore e per santificazione del popolo di Dio.



Corale Porziuncola Frati Madonna degli Angeli Pietro Starnini

Articoli correlati

01 Mar 2019

La gioia del Signore è la mia forza

Ritiro spirituale per genitori e amici dei frati, dal 23 al 26 maggio 2019
14 Feb 2019

Una gemma ecologica nascosta a Washington DC

L'agricoltura urbana dei Frati
07 Feb 2019

La Custodia francescana in Marocco celebra l’VIII Centenario di presenza in quella terra

Cristiani, ebrei e musulmani stretti attorno a san Francesco
18 Gen 2019

Festa dei Santi martiri di Marocco

Lettera del Ministro Generale ai frati della Custodia del Marocco
09 Dic 2018

Maria, novella Eva, Madre di tutti i redenti

Chiusura delle Celebrazioni della Solennità dell'Immacolata In Porziuncola
28 Nov 2018

Gran finale per i 75 anni di Valentino Miserachs Grau

Concerto nella Basilica Inferiore di San Francesco
19 Ago 2019

Nulla dunque di voi trattenete per voi

Professione perpetua di sette Frati minori di Umbria e Sardegna