MERCOLEDÌ della XII sett. del T.O. Feria (verde)
mercoledì, 26 giugno 2019
Programma delle celebrazioni 2019 12 Apr 2019

Pasqua a San Damiano e nei Santuari francescani dell'Umbria

Come in tutti i Santuari francescani dell’Umbria (vedi programma della PorziuncolaSacro Speco di Narni ed Eremo delle Carceri), i Frati Minori del Santuario di San Damiano si preparano a vivere le Celebrazioni della Settimana Santa con i tanti fedeli e pellegrini che hanno deciso di trascorrere la Pasqua in Umbria.

 

Programma Celebrazioni a San Damiano

14 aprile - Domenica delle Palme

7.00  Lodi
9.00  S. Messa (preceduta dalla benedizione delle Palme)
19.00 Vespri con Adorazione eucaristica

18 aprile - Giovedì santo

7.30  Ufficio delle letture e Lodi
17.30 S. Messa in Coena Domini
19.30 - 24.00 Adorazione eucaristica

19 aprile - Venerdì santo

7.30  Ufficio delle letture e Lodi
17.00 Celebrazione della Passione del Signore
fino alle ore 20.00 Adorazione della Croce

20 aprile - Sabato santo

7.30  Ufficio delle letture e Lodi
19.00 Vespri
22.30 Solenne Veglia Pasquale

21 aprile - Domenica di Pasqua

9.00  Lodi
9.30  S. Messa (unica della giornata)
19.00 Vespri con Adorazione eucaristica

22 aprile - Lunedì di Pasqua

7.00  Lodi
7.30  S. Messa (unica della giornata)
19.00 Vespri con Adorazione eucaristica



Celebrazioni Eremo delle Carceri Pasqua Porziuncola Programma Sacro Speco San Damiano Santuario

Articoli correlati

23 Giu 2019

La Solennità del Corpus Domini a Gerusalemme

Celebrazione Eucaristica al Santo sepolcro
17 Giu 2019

Processione del Corpus Domini a Santa Maria degli Angeli

Informazioni e itinerario
17 Giu 2019

5° Master di Pastorale Vocazionale alla Porziuncola

Dal primo annuncio al discernimento vocazionale
17 Giu 2019

Assisi: Mons. Marcianò abbraccia il card. Simoni: “è principe alla maniera di Cristo”

Alla Domus Pacis, chiusura del Convegno dell’Ordinariato militare
25 Giu 2019

Vita e miracoli di Santa Rosa da Viterbo

Questo volume presenta l’edizione della Vita et miracula di Rosa da Viterbo così come si legge nel verbale del processo di canonizzazione indetto nel 1456 da papa Callisto III, detto perciò “callistiano”, e svoltosi nella città toscana tra il marzo e il luglio 1457, due secoli dopo la morte della Vergine viterbese.