SABATO della XXIV sett. del T.O. S. MATTEO, apostolo ed evangelista – FESTA (rosso)
sabato, 21 settembre 2019
28 Nov

SAN GIACOMO DELLA MARCA

28 novembre, memoria (bianco)

28 novembre

SAN GIACOMO DELLA MARCA

sacerdote I O.

MEMORIA – (bianco)

Nacque a Monteprandone Piceno nel 1394.

Frequentò gli studi nella città di Perugia, dedicandosi soprattutto al diritto. Entrato tra i Frati Minori, studiò teologia e fu ordinato sacerdote.

Dedicò tutta la sua vita alla predicazione del Vangelo percorrendo quasi tutta l'Italia e molte nazioni d'Europa; fu oratore efficace e suasivo e ricondusse a Dio molte anime.

Discepolo di San Bernardino da Siena, divulgò con zelo la devozione al Nome di Gesù. Morì a Napoli nel 1476, e fu canonizzato da Benedetto XIII.

 

ANTIFONA D'INGRESSO Sal 51,10

Io come olivo verdeggiante nella casa di Dio;
mi abbandono alla fedeltà di Dio ora e per sempre.

 

COLLETTA

O Dio, che hai dato alla Chiesa in san Giacomo della Marca un infaticabile missionario della tua parola, tutto dedito alla salvezza delle anime e alla conversione dei peccatori: la sua intercessione ci aiuti ad espiare i nostri peccati e a camminare speditamente sulla via della salvezza. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio ...

 

SULLE OFFERTE

Accogli, Signore, la nostra offerta, e donaci un'esperienza viva del tuo amore, perché, sull'esempio di san Giacomo, serviamo al tuo altare con cuore puro e generoso, per celebrare degnamente la tua lode e ottenere i benefici della salvezza. Per Cristo nostro Signore.

 

ANTIFONA ALLA COMUNIONE Gv 15,4-5

«Rimanete in me e io in voi», dice il Signore.
«Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto».

 

DOPO LA COMUNIONE

Ti supplichiamo, o Dio onnipotente: concedi a coloro che hai nutrito con i tuoi sacramenti di poterti degnamente servire con una vita a te gradita. Per Cristo nostro Signore.

28 Nov 2018

Sulle strade del mondo camminò verso Dio

S. Giacomo Della Marca, nacque nel 1394 a Monteprandone, nel Piceno, e fu battezzato con il nome di Domenico. La sua famiglia era probabilmente di modeste condizioni. Dopo la morte prematura del padre, Domenico fu affidato a un parente, sacerdote nel vicino borgo di Offida, che gli insegnò a leggere...