MERCOLEDI III sett. di Avvento Feria di Avvento (viola)
mercoledì, 19 dicembre 2018

Santa Chiara - ASSISI

Image

Santa Chiara - ASSISI


Nella chiesa di San Giorgio, primo e originario luogo di sepoltura di San Francesco, situata appena fuori la porta omonima di Assisi, fu pensata e voluta anche la tomba di Santa Chiara, verso la parte opposta della città rispetto al luogo in cui era stata innalzata la Basilica in onore di San Francesco.

A tre anni dalla morte e a un anno dalla canonizzazione di S. Chiara, iniziò nel 1257 la costruzione della chiesa e del monastero attiguo delle Clarisse, che dal 1212 avevano vissuto a S. Damiano.

L’edificio è caratterizzato dall’esecuzione di tutto il corpo con fasce rosa e bianche di pietra del Subasio. L‘interno è strutturato con una navata unica che termina in un transetto con abside poligonale.

Sulla navata, in prossimità del transetto, si aprono lateralmente le due cappelle: Sant’Agnese d’Assisi e San Giorgio, che non facevano parte dell’organico della pianta originale della basilica, ma furono aggiunte in epoca successiva. La Cappella di Sant’Agnese è diventata la cappella del SS. Sacramento. Mentre sul lato destro della basilica, nella cappella di San Giorgio, viene conservato il preziosissimo Crocifisso di S. Damiano che parlò a S. Francesco, consegnandogli la missione “riparare” la Chiesa. Nel transetto di sinistra della basilica, tavola con la Vita di S. Chiara del cosiddetto Maestro della S. Chiara (fine XIII sec.)

L‘altare maggiore è racchiuso da un colonnato di 12 colonnine poligonali, opera di uno scalpellino umbro del XV secolo, con una cancellata in ferro battuto del XVIII secolo. Sopra l’altare maggiore campeggia la grandiosa croce sagomata (1255-1260), attribuita al cosiddetto “Maestro di Santa Chiara“, recentemente identificato con il pittore Benvenuto Benveni da Foligno

Nel transetto di destra la tavola della Madonna della Cortina, bizantineggiante del tipo Hodighitria, cioè della Madre di Dio, XIII secolo, attribuita al Maestro della S. Chiara.

Nella cripta, costruita nel 1850-72, ristrutturata nel 1935 in forme neogotiche, si conserva il sarcofago con il corpo di S. Chiara, ritrovato nel 1850. Di recente costruzione l’ambiente per esporre le reliquie di S. Francesco e di S. Chiara.

Il servizio in Basilica e di Cappellania del Protomonastero è garantito dai Frati minori – della Provincia Serafica di San Francesco – che in questo luogo hanno da tempo costituito una piccola comunità.

Preghiera Ecumenica per il Creato

Ad Assisi, 31 agosto-1 settembre

In onore della “pianticella di Francesco”

Alla scoperta della Basilica di Santa Chiara, in Assisi

Carlo Forlivesi: Concerto per Santa Chiara

Lunedì 13 agosto, Basilica di Santa Chiara

Santa Chiara: santa da conoscere, amare, imitare e invocare

Bartolucci durante la solenne celebrazione in Basilica: “Ci insegna quanto è bello aprirsi a Dio e agli altri”

Solennità di s. Chiara 2018

Programma delle celebrazioni

Ad Assisi … chi cercate?

Migliaia di preadolescenti da Venezia e da Milano

Come Raggiungerci



Indicazioni stradali

In auto: Giunti ad Assisi percorrere la strada esterna le mura urbiche lasciando l’auto al parcheggio S. Chiara.

In treno:

  • FS Roma-Firenze (via Foligno) fermata Assisi;
  • FS Firenze-Roma (via Perugia) fermata Assisi.

All’esterno della stazione bus ogni 30 min. direzione Assisi, fermata Porta Nuova.

Accoglienza & Contatti


Protomonastero Santa Chiara
Comunità Frati Minori
06081 ASSISI (PG)
Tel. 075.812216
Fax 075.8198623
basilicasantachiara@gmail.com
www.assisisantachiara.it

Non sono previste forme di accoglienza residenziale. È possibile essere accompagnati per la visita al Santuario e partecipare alle liturgie quotidiane in Basilica.

Orari della Comunità


Per conoscere gli orari delle celebrazioni (Eucaristiche, Lodi e Vespri, Adorazione, …), di apertura del Santuario e delle Visite guidate, accedi al sito della Basilica di Santa Chiara.