XV DOMENICA DEL T.O. (verde)
domenica, 15 luglio 2018
Info dal post-missione a S. Giovanni L. – Raldon – Pozzo 02 Apr 2016

Tempo di gratitudine e di fecondità

Todi, 2 aprile 2016

Carissimi, il Signore vi dia pace!

In questi giorni il Risorto muove la Sua Chiesa ad un rinnovamento. Dice s. Pietro: “Convertitevi e cambiate vita”. Allora la gioia cristiana ha a che fare sempre con un decidersi per Cristo, come lui stesso ha fatto, lasciando che sia il bisogno di amore degli altri a stabilire come donare la nostra vita oggi, per ricondurre ogni figlio al Padre. Prego perché Cristo dia a tutti la lucidità e la forza per fare tutto ciò, senza distrazioni.

Vi scriviamo per dirvi qualcosa sul post-missione a S. Giovanni L. – Raldon – Pozzo dal 19 al 21 marzo.

Tra sabato e domenica, abbiamo celebrato alcune delle SS. Messe principali e rinnovato a quasi tutte le SS. Messe (16 su 20) l’invito agli appuntamenti del post-missione.

Con grande gioia abbiamo incontrato per due sere le varie categorie convocate in missione:

  • 19-20 marzo, a Raldon
    le coppie over 15 e gli adulti: tra le due sere abbiamo contattato sulle 400 persone;
  • 20-21 marzo, a S. Giovanni Battista
    le giovani coppie e i giovani: circa 350 persone;
    i giovanissimi: circa 100.

Abbiamo raccolto la grande gratitudine dei parroci e della gente. Nell’ambito delle serate del post-missione abbiamo “passato la palla” ai parroci, affidando parte delle catechesi a don Mauro e a don Mattia. Ringraziamo Dio perché riconsegniamo le persone incontrate in buone mani.

  • Mercoledì 30 è iniziato il percorso delle 10 Parole a Raldon (erano in 170)
  • Giovedì 31 è iniziato il post missione dei Giovanissimi (erano in 100)
  • Domenica 3 aprile inizierà il percorso delle 10 Parole al Cinema Astra, parrocchia di S. Giovanni Battista.

Ricordiamo nella preghiera questa opera della Grazia che porterà avanti il lavoro di semina della Missione.

Con grandissima gioia restituiamo a Dio l’opera a cui abbiamo collaborato. Credo che le parole di don Mauro Bozzola, parroco a S. Giovanni Lupatoto, dicano tutto:

Che cosa renderò al Signor per quanto mi ha dato?
Alzerò il calice della salvezza,

e invocherò il nome del Signore!

Devo evitare l’interpretazione veneta di questo Salmo, che potrebbe portarmi ad alzare altri calici (pieni di buon recioto, certo), ma non posso evitare la condivisione di una gioia pacificata, lunga, profonda.

Qui c’è proprio da restituire: a voi, fra Michele e fra Stefano, agli altri frati e suore e giovani, restituirà il Signore, la Chiesa. Certo, anche noi quando saremo in Cielo potremmo dire: “Quello lì mi ha regalato un po’ della sua vita; quella là, io la conosco”. Sarà il tempo dello scambio della gioia.

Ora è il tempo della gratitudine: a Dio, alla Chiesa, di cui abbiamo fatto un’esperienza bella, a S. Francesco e S. Chiara. Gratitudine per la condivisione della fede, del tempo, del desiderio che il nostro mondo venga fecondato.

Ma anche è il tempo della restituzione: restituire a Dio la gioia, perché altri possano gustarla; restituire la vita, perché possa fecondare questo territorio, queste nostre 4 parrocchie. Restituire alle persone che siamo chiamati a servire un cuore nuovamente rinnovato: il mio, il nostro di preti, e di tanti che sono stati toccati da molte cose: misericordia, speranza, perdono, gioia...

Inizia per noi un altro tempo: Dalla semina, alla coltivazione.

Benedetto sia il Signore per questo dono ricevuto. E benedetti i suoi figli che hanno collaborato a questo mondo nuovo. Grazie.Grazie!

 

Lodiamo il Signore per la Sua Eterna Misericordia,

fr. Stefano e fr. Michele,
dell’Equipe Missioni al Popolo dei Frati Minori dell’Umbria



fecondità gratitudine post-missione pozzo raldon san giovanni lupatoto

Articoli correlati

04 Dic 2015

Vieni come sei!

1° premissione a S.Giovanni Lupatoto