FRATI MINORI - PROVINCIA SERAFICA DI SAN FRANCESCO D’ASSISI
16 gennaio 2018
MARTEDÌ della II sett. del T.O.
Ss. BERARDO e COMPAGNI, protomartiri I O. – FESTA (rosso)

Messa della festa, Gloria, prefazio dei martiri

Letture dal Messale Serafico: 1Cor 4,9-14 • Sal 125 • Mt 10,16-22 

Liturgia delle Ore: Mar. II sett. – Ufficio della festa come nel Proprio della Provincia.


Era infatti sua abitudine, di pregare più presto che poteva per chi glielo aveva chiesto, per timore di scordarsene.
San Francesco d’Assisi, Compilazione di Assisi
#cap1 #cap2
Vivi con gioia… nella tua Terra!
1500 giovani al Capodanno ad Assisi
I corsi SOG dei Frati Minori di Assisi
16/01/2018  09:30
Insieme per difendere la dignità della persona
Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

16/01/2018  09:03
Assemblea Custodiale 2018
Incontro dei Frati Minori in Sardegna

15/01/2018  10:29
Noi e l’islam. I primi martiri francescani
Celebrazioni a Terni

15/01/2018  08:55
L’amore del prossimo come pacifismo Neotestamentario
Come coniugare pace, giustizia e perdono

14/01/2018  09:57
Una Basilica per Santa Chiara
Alla scoperta della chiesa che ne custodisce il corpo

13/01/2018  09:49
La bella ventura di Mondo X
Intervista a p. Salvatore Morittu ofm, fondatore e animatore

12/01/2018  10:55
Incontro Nazionale animatori dei pellegrinaggi UNITALSI
Ad Assisi dal 12 al 14 gennaio

12/01/2018  09:29
E tutti gli uccelli si levarono in aria…
Francesco e la predica agli uccelli

ESERCIZI SPIRITUALI, RITIRI
& PELLEGRINAGGI

Dove sei?
19/01/2018 - 22/01/2018     Corso per Single
Porziuncola in S. MARIA DEGLI ANGELI

5 Pani e 2 Pesci
08/02/2018 - 13/02/2018     Scuola di Preghiera
San Francesco - MONTELUCO

Al centro, per fare centro
28/03/2018 - 01/04/2018     Triduo Pasquale
San Francesco - MONTELUCO

Vedi tutte le attività in programma

ATTIVITÀ PER I GIOVANI

Corsi e Iniziative - Servizio Orientamento Giovani
AGENDA EVENTI & CELEBRAZIONI

PUA (Roma), 15-16 gen
Bonaventura da Bagnoregio nella posterità
Traduzioni, riusi e problemi aperti

Santa Maria degli Angeli, 19-21 gen
Giovani & Missione
Formazione missionaria: II tappa

Monastero di Monteluce (PG), 21 gen
Signore, insegnaci a pregare
Incontri per tutti

Hotel Domus Pacis - Assisi (PG), 29 gen-2 feb
L’annuncio vocazionale
2° Incontro del III Master Vocazionale

8 feb
Contro la Tratta di Persone
Giornata Mondiale di Preghiera e Riflessione


Continua a leggere
La più antica testimonianza dell’Ave Maria

La più antica formulazione scritta dell’Ave Maria è in lingua latina e si trova nel codice da bisaccia che ebbe in uso il beato Antonio da Stroncone (1391-1461). Quando questi morì nel Convento di San Damiano presso Assisi fu sepolto nella medesima chiesa e il suo libretto di preghiere fu conservato come una reliquia dai frati. Quando nel 1809 il corpo di frate Antonio - beatificato dal papa beato Innocenzo XI nel 1687 - fu portato da Assisi a Stroncone il suo libretto di preghiere rimase nel convento assisano dove è tuttora conservato (cfr. G. Boccali, Il Libricto del beato Antonio conservato a San Damiano: studio e edizione integrale, in Il beato Antonio da Stroncone, I, Assisi 1993, pp. 87-161). Successivamente l’Ave Maria fu tradotta nelle varie lingue e oggi assieme al Padre nostro è diffusa in tutto il mondo.

Continua a leggere
L’Eterno entra nel tempo

“Siamo al culmine dell’attesa: con i Primi Vespri la Vigilia sconfina nella festa del Natale. Il canto del Martirologio ci ha introdotti nel Tempo di Dio”, ha detto p. Stefano Orsi che ha presieduto i Primi Vespri di questo Natale nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli”.

Continua a leggere
PRIMI MARTIRI FRANCESCANI

Oggi la Chiesa e la Famiglia francescana ricordano i Santi protomartiri: Berardo da Calvi, Ottone da Stroncone, Pietro da Sangemini, Accursio Vacuzio e Adiuto da Narni. Furono i primi missionari inviati da San Francesco nelle terre dei Saraceni. Giunti nella Spagna, sprezzanti del pericolo, cominciarono a predicare la fede di Cristo nelle Moschee. Condotti dinanzi al Sultano e imprigionati, e poi trasferiti nel Marocco con l’ordine di non predicare più il nome di Cristo, continuarono con estremo coraggio ad annunciare il Vangelo. Per questo furono crudelmente torturati e, infine, decapitati il 16 gennaio 1220 per ordine del principe dei Mori. All’annuncio del glorioso martirio, san Francesco esclamò: “Ora posso dire con sicurezza di avere cinque Frati Minori”.

Continua a leggere