Dove Siamo > Chiesa Nuova - ASSISI

La casa paterna di san Francesco



COME RAGGIUNGERCI ORARI ACCOGLIENZA & CONTATTI

Il Santuario nasce sul luogo in cui si trovava la casa paterna di san Francesco. I religiosi vi iniziarono la vita comune e l’ufficiatura della chiesa nel 1621. La chiesa è dedicata alla conversione del Poverello di Assisi (S. Franciscus conversus): infatti in essa si trova il sottoscala nel quale Pietro di Bernardone avrebbe rinchiuso il figlio dopo la fuga a Foligno per vendere stoffe e riparare con il ricavato la chiesa di san Damiano. È possibile visitare anche il fondaco dove il giovane Francesco si impegnava con il padre nell’esercizio della mercanzia. Le finestre sono impreziosite con vetri istoriati realizzati dal frate minore p. Alberto Farina (1975).

Sulla piazzetta antistante la Chiesa, sono state collocate due statue dello scultore Joppolo che raffigurano i genitori di san Francesco, il cui ricordo viene celebrato la seconda domenica di settembre di ogni anno, con la "Festa della famiglia di Francesco".

Nel convento di Chiesa Nuova è stata collocata una importante Biblioteca Storico-Francescana che raccoglie numerosi manoscritti (codici miniati, bolle papali, cronache), incunaboli e cinquecentine. Ospita pure un piccolo Museo di oggetti francescani sitemato in quella che fu l'abitazione del pittore assisano Tiberio Diotallevi (1470-1524).

La Fraternità che vi abita affianca al servizio pastorale e culturale e di accoglienza in Santuario, il servizio di cappellania per le sorelle Clarisse del Monastero di S. Quirico.






Articoli correlati


20/04/2014  10:05
La Pasqua risplende nei Santi
Da Francesco a Chiara a Giovanni XXIII

11/04/2014  09:09
Victimæ Paschali Laudes
Concerto di Pasqua a Santa Chiara

29/03/2014  12:24
Canto nella Notte 2014
Francesco, quanto resta della notte?

28/03/2014  07:10
Sorella morte, come transito al Padre
Dodicesima e ultima meditazione

24/03/2014  11:52
San Francesco, da 35 anni Patrono dell’ecologia
Anniversario e lancio di un nuovo sito web

19/03/2014  07:10
L’Amore non è amato: il kerigma, la croce
Terza meditazione