ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Coinvolgere i giovani presenti a Lisbona per una “nuova umanità” 24 Lug 2023

GPIC alla Giornata Mondiale della Gioventù 2023

In occasione della Giornata Mondiale della Gioventù che si svolge a Lisbona, in Portogallo, dall’1 al 6 agosto, abbiamo intervistato Fr. Daniel Rodriguez Blanco, OFM, Direttore dell’Ufficio di Giustizia, Pace e Integrità del Creato (GPIC) della Curia Generale di Roma, per illustrarci l’impegno degli animatori GPIC all’incontro mondiale che Papa Giovanni Paolo II ideò nel 1985.

Fr. Daniel, quale sarà l’impegno dei Frati Minori e di GPIC a Lisbona? 

L’Ufficio Generale GPIC era presente alla Giornata Mondiale della Gioventù 2019 a Panama, a promuovere l’ecologia integrale tra i giovani. L’esperienza è stata molto positiva, soprattutto perché è stata fatta in stretta collaborazione con il Movimento Laudato Si’ e insieme abbiamo deciso di essere presenti alla GMG di Lisbona 2023 con diverse attività. Il 31 luglio parteciperemo al Congresso Internazionale sulla Cura del Creato presso l’Università Cattolica Portoghese. Il tema principale di questa attività è “L’impegno dei giovani per l’ecologia integrale. Stili di vita per una nuova umanità”.

Allo stesso modo, il Comitato Locale della GMG è stato così gentile da metterci a disposizione il Largo de Santo António, una piazzetta che si trova di fronte alla Chiesa di Sant’Antonio, costruita nel luogo dove nacque il santo, per realizzare varie attività come la realizzazione di un murale, dove i giovani che lo vorranno potranno dipingere, una mostra fotografica sull’impegno della GMG per la sostenibilità ambientale e, inoltre, svilupperemo il progetto “Dialogo con i santi nel metaverso”. Nella Chiesa di Sant’Antonio avremo l’Eucaristia nel codice Laudato Si’ e momenti di preghiera ecologica.

Allo stesso modo, ai giovani verranno proposte visite guidate all’interno della Chiesa per conoscere meglio la vita di Sant’Antonio, che è anche uno dei patroni della GMG. Tra le attività più importanti ricordiamo la Serata Laudato Si’ (IV edizione), un concerto francescano internazionale sull’ecologia integrale a cui parteciperanno Fr. Florival Mariano, OFM, dal Brasile, il gruppo musicale Filocalia dall’Argentina, i Francescani dalla Spagna e il cantante italiano Giovanni Caccamo. Questo concerto si svolgerà mercoledì 2 agosto, dalle 20:00 alle 22:00, presso la Casa São Francisco de Assis, un luogo d’amore dove vivono bambini e giovani con disabilità cognitiva. I giovani di El Arca (L’Arche), un’organizzazione internazionale che lavora con persone con disabilità intellettive, saranno ospitate in questa casa. Vale la pena dire che il concerto è aperto al pubblico. Infine, saremo presenti nella Città della Gioia per sviluppare alcune attività sempre in chiave di ecologia integrale.

Quanto è importante essere alla GMG e parlare ai giovani di ecologia integrale?

Alcuni anni fa, uno dei nostri Ministri Generali ha affermato che la giustizia, la pace e l’integrità del creato fanno parte del DNA francescano. Una bella metafora che ha segnato il modo di intendere GPIC. Ebbene, i Frati Minori saranno presenti alla GMG promuovendo quel DNA. Pertanto, la nostra proposta ai giovani di tutto il mondo che si incontreranno a Lisbona è quella che Papa Francesco chiama ecologia integrale nella sua enciclica Laudato si’. Uno dei segni dei tempi più promettenti della nostra epoca è la sensibilità delle nuove generazioni alle tematiche ecologiche. Oserei dire che l’etica della cura segna la vita di molti di loro e questo stile di vita comporta la cura della casa comune. Resta inteso che la nostra proposta nella prossima GMG non va controcorrente, anzi, ci sarà una grande accoglienza e accettazione da parte dei partecipanti.
Cerchiamo piuttosto di far prendere coscienza ai giovani che l’incontro personale con Cristo, primogenito di ogni creazione (Col 1,15), conduce necessariamente all’impegno nella cura della casa comune. In un certo senso, questo è stato l’itinerario spirituale di San Francesco d’Assisi e di suo figlio Sant’Antonio.

Insomma, la nostra fede cristiana e la cura per la Madre Terra fanno parte di un circolo virtuoso che mira alla costruzione silenziosa di una nuova umanità. Anche il Ministro Generale e il suo Vicario saranno a Lisbona?

Esatto. Fr. Massimo Fusarelli, OFM, Ministro generale, sarà a Lisbona il 30 e 31 luglio insieme agli altri Ministri generali della Famiglia Francescana per partecipare all’Incontro Internazionale della Gioventù Francescana (GiFra). Tra i frati francescani e i giovani del Movimento Laudato Si’ ci sono in media un centinaio di volontari provenienti da tutto il mondo per sviluppare il nostro programma di incontri. Fr. Massimo celebrerà con loro un’Eucaristia e poi avremo un incontro fraterno. Allo stesso modo, Fr. Ignacio Ceja, OFM, Vicario Generale, accompagnerà le nostre attività durante tutta la settimana. Proporrà un messaggio nella Serata Laudato Si’, celebrerà l’Eucaristia per i giovani di lingua italiana e portoghese, tra le altre attività.

Il tema di questa GMG è “Maria si alzò e andò in fretta” (Lc 1, 39). Quanto dobbiamo agire “in fretta” per creare una nuova umanità?

Questo brano evangelico di Luca è molto importante per rappresentare quella che papa Francesco chiama la cultura dell’incontro. Maria “si alza” e va “in fretta” sui monti di Giuda per incontrare Elisabetta. Sebbene sia un movimento fisico, è anche un movimento di fede. Lo Spirito Santo ha preso dimora in lei con l’incarnazione del Figlio di Dio. La madre di Gesù è una discepola-missionaria. Da bambino ho imparato una bellissima preghiera che dice: “Dio ci conceda la serenità di accettare tutto ciò che non possiamo cambiare e il coraggio di cambiare ciò che possiamo”. Ascoltare il grido dei poveri e il grido della terra non ha indugi, è qualcosa che possiamo cambiare con urgenza, cioè “in fretta”. È impensabile sognare una nuova umanità con una casa comune distrutta. Papa Francesco nel numero 13 della Laudato si’ assicura che “i giovani ci chiedono un cambiamento. Si chiedono come sia possibile provare a costruire un futuro migliore senza pensare alla crisi ambientale e alla sofferenza degli esclusi”. Pertanto, la GMG è un luogo per sognare e impegnarsi in altri mondi possibili. Invitiamo tutti i francescani, uomini e donne, e tutti i giovani che saranno presenti alla GMG di Lisbona 2023, a farci visita nella Chiesa di Sant’Antonio e nella Città della Gioia, per condividere, cantare, pregare e celebrare insieme la nostra fede e il nostro impegno per la nostra casa comune. Per coloro che non potranno partecipare fisicamente, vi invitiamo a partecipare alle trasmissioni che avremo durante tutta la settimana.

Fonte www.ofm.org



GMG GPIC OFM Papa Francesco

Articoli correlati

19 Apr 2024

«Creare casa» (Christus vivit, 217)

61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni
13 Mar 2024

DA ASSISI A UR

3° anniversario del viaggio di papa Francesco in Iraq
22 Dic 2023

Siamo quasi a Natale!

Qualche voce dal Settenario di preparazione
11 Dic 2023

Quanti anni hai? Ottocento!

Stesso giorno e stesso luogo dell’approvazione: 800 anni esatti dopo!
24 Nov 2023

800 ANNI DI VANGELO

Il 29 novembre i membri della famiglia francescana si riuniranno a Roma
15 Nov 2023

VII Giornata Mondiale dei poveri

Essere poveri con i poveri per annunciare il Vangelo
19 Apr 2024

«Creare casa» (Christus vivit, 217)

Domenica, 21 aprile 2024: 61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni



  • 13 Mar 2024

    DA ASSISI A UR

    3° anniversario del viaggio di papa Francesco in Iraq