ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
Un universo di santità nel più grande universo della Chiesa 31 Gen 2022

Il dono di vivere come Francesco

Le Fonti francescane narrano diffusamente la venuta di Francesco e dei suoi primi compagni nella Basilica di san Giovanni in Laterano, dove a suo tempo risiedeva il Papa.

Riferiscono l’esitazione iniziale di Innocenzo III e il sogno del Papa. «Aveva sognato che la Basilica del Laterano stava per crollare e che un religioso, piccolo e spregevole, la puntellava con le sue spalle, perché non cadesse».

Giotto ha immortalato questo sogno in uno dei suoi affreschi in Assisi e a ricordo di questo episodio si è scelta la piazza antistante la Cattedra di Pietro per erigervi il monumento a S. Francesco.

Oggi, otto secoli dopo, i francescani di tutto il mondo sono chiamati a ripensare al dono della propria vocazione, innanzitutto intonando un Te Deum di ringraziamento.

Cosa Dio non ha fatto con quello sparuto numero di giovani che si presentarono un giorno a Innocenzo III! La parabola del granellino di senape che diventa albero ombroso si è ripetuta nell’Ordine francescano. Quanti santi, sante, missionari, martiri. Un universo di santità nell’universo più grande della santità della Chiesa… Francesco dal cielo può far sua la meraviglia dell’antica Sion: «Ecco l’opera del Signore: una meraviglia ai nostri occhi» (Sal 118,23).

Lassù, nel catino dell’abside, accanto a Maria, il Battista e gli apostoli, due soli altri santi: Francesco d’Assisi e Antonio di Padova, rappresentati qui a poco più di mezzo secolo dalla loro morte. Ma non possiamo indugiare troppo su questo aspetto luminoso della nostra storia. Francesco stesso ci trattiene dal farlo con uno dei suoi detti che conosciamo bene: «Carlo imperatore, Orlando e Oliviero, tutti i paladini e i prodi guerrieri che furono gagliardi nei combattimenti, incalzando gli infedeli con molto sudore e fatica fino alla morte, riportarono su di essi una gloriosa memorabile vittoria, e all’ultimo caddero in battaglia per la fede di Cristo. Ma ci sono ora molti che, con la sola narrazione delle loro gesta, vogliono ricevere onore e gloria dagli uomini”.



Cappuccini Conventuali Frati OFM San Francesco Santità Vita Consacrata Vocazione

Articoli correlati

17 Mag 2024

In cammino verso il Ben-Essere

A Umbertide, la seconda edizione della manifestazione: Sto coi frati e zappo l’orto. In cammino verso il Ben-Essere
07 Mag 2024

OFS d’Italia: eletto il nuovo Consiglio nazionale. Luca Piras riconfermato presidente

Ad Assisi, il 4 Maggio, l’Ordine Francescano Secolare d’Italia ha eletto il suo nuovo Consiglio nazionale: a guidare la fraternità dei laici francescani saranno Luca Piras
01 Mag 2024

Un tuffo nella bellezza…INSIEME!

Alcuni frati del Convento Porziuncola, si sono recati alla Galleria Nazionale dell’Umbria per ammirare la mostra “L’Enigma del Maestro di San Francesco. Lo stil novo del Duecento Umbro”.
29 Apr 2024

Un “invasione” di gioia

Ad Assisi più di mille ragazzi della Diocesi di Milano in pellegrinaggio sui passi di San Francesco e del Beato Carlo Acutis
22 Apr 2024

Beato Egidio di Assisi, una storia ironica di santità

La comunità francescana del convento di Monteripido in Perugia, rivive la tradizionale celebrazione della Festa del terzo compagno di San Francesco
19 Apr 2024

«Creare casa» (Christus vivit, 217)

61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni
18 Mar 2024

Pasqua 2024 alla Porziuncola

Programma e orari delle celebrazioni ed eventi collaterali