ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Policy and Consent Generator
mercoledì, 28 settembre 2022
Interventi di p. Giulio Michelini e p. Giuseppe Buffon 16 Mag 2017

La spogliazione per essere fratelli

Una grande partecipazione da parte dell’intera diocesi ha caratterizzato anche il secondo giorno della settimana di inaugurazione del Santuario della Spogliazione iniziato in mattinata con la visita delle scuole dell’infanzia. Nel pomeriggio la santa messa è stata presieduta dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia monsignor Renato Boccardo che ha sottolineato come “Francesco è diventato grande dentro la Chiesa. Si è riconosciuto appartenente a un altro e ha vissuto questa appartenenza all’interno del popolo della chiesa di Assisi. È stato generato dalla chiesa di Assisi. Dentro la chiesa ha portato frutto. Un frutto che attraversa i secoli e che arriva fino a noi”. Dopo la celebrazione eucaristica c’è stata la presentazione del video con la direttrice della Caritas suor Elisa Carta, sull’attività dell’ente diocesano, presentato da Carlo Migliosi. Nella catechesi intitolata “Essere povero per essere fratello” padre Giulio Michelini, docente dell’Istituto Teologico di Assisi, ha trattato la Spogliazione partendo dalle fonti bibliche e da quelle francescane.

Prima di commentare la pagina francescana che fornisce lo sfondo al nuovo santuario di Assisi, affrontiamo il tema della spogliazione nella Bibbia, e non tanto (o soltanto) analizzando i luoghi nei quali in essa appaiono i verbi dello stesso campo semantico, quanto piuttosto per passare attraverso quello che papa Francesco – nella sua lettera al Vescovo di Assisi del 16 aprile u.s. – ha definito il «modello originario di ogni “spogliazione”», Cristo. Trattando della spogliazione a partire dal Primo Testamento, e transitando per il modello cristologico, potremo dare qualche spunto per l’interpretazione della scena della spogliazione di san Francesco d’Assisi.

Già diverse indicazioni, dal punto di vista biblico, vengono dalla Lettera pastorale del vescovo Domenico del 25 dicembre 2016 – dove si accenna al tema della nudità nell’Eden, o alla nudità di cui parla Giobbe («Nudo uscii dal seno di mia madre»; cf. Gb 1,21).

Ovviamente, la Lettera di Sorrentino non voleva esaurire le suggestioni bibliche. A guardar bene, infatti, la nudità nella Bibbia non ha un valore univoco. Si pensi non solo a quella di Adamo dopo la caduta, ma anche a quella di Noè, che insieme dicono la vergogna e la perdita della dignità. Proprio dal misterioso episodio di Noè in Gn 9 apprendiamo poi che l’espressione “vedere la nudità” «ha intrinsecamente a che fare con un atto indecente, teso a violare l’intimità più profonda di una persona», e così “scoprire la nudità” «ha sempre a che vedere con azioni indecenti, con umiliazioni e con rapporti sessuali illeciti» (F. Giuntoli, Genesi 1-11, 160-161).

Il verbo “spogliare”/“spogliarsi”, poi, viene usato nella Bibbia, come vedremo, soprattutto in senso comune, come quando ha per soggetto l’amante del Cantico dei cantici, che dice al suo amato «Mi sono tolta la veste; come indossarla di nuovo?» (Ct 5,3), oppure quando nel libro di Ester greco si legge che la regina si spogliò delle vesti di servitù, per rivestirsi di quelle di gloria (Est 5,1 LXX).

Ma allora, in quale senso, partendo dalle Scritture, si può vedere il valore positivo della spogliazione di Francesco di Assisi?

Dopo questa introduzione, padre Giulio ha proseguito l’intervento articolato secondo questi punti:

  1. Lo spogliarsi di Dio nella lettura cabalistica della creazione
  2. Giuseppe spogliato dai fratelli diventa capace di perdono e di misericordia
  3. Gionata si spoglia del mantello per Davide
  4. Il Cristo e la spogliazione della divinità: la sua umanità come dono per gli uomini e la creazione
  5. Il Cristo e il deporre le vesti durante la lavanda dei piedi
  6. Il Cristo e la spogliazione delle vesti prima della crocifissione e sulla croce
  7. Lo spogliarsi del Risorto da ogni rivalsa, e il perdono dato ai discepoli
  8. La spogliazione di Francesco per la lotta e per rivestirsi di Cristo
  9. Una scena battesimale? Rilettura della spogliazione di Francesco a partire da Mc 14,51-52

Potete scaricare l’intera catechesi di padre Giulio Michelini e riguardare l’intervento, sull’inaugurazione del Santuario della Spogliazione, di padre Giuseppe Buffon in studio a “Bel tempo si spera” per TV2000:



Giulio Michelini Giuseppe Buffon Santuario della spogliazione

Articoli correlati

24 Gen 2022

“Realizzerò la mia buona promessa”

XXXIII Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei al convento di San Francesco del Monte
25 Mar 2021

“Chi sono io davanti al mio Signore?”

Ultima meditazione quaresimale alla Porziuncola
16 Mar 2021

Rinnegare se stessi per essere toccati dalla grazia

Quarta catechesi quaresimale alla Porziuncola
11 Mar 2021

Il giovane fuggito dal Getsemani e ritrovato nella tomba vuota

Terza catechesi quaresimale alla Porziuncola
04 Mar 2021

Umili e disponibili per il Signore

Seconda meditazione quaresimale di p. Giulio Michelini
25 Feb 2021

La donna dell'unzione: figura della donazione totale del Signore

Prima catechesi quaresimale alla Porziuncola
26 Set 2022

Dalla Porziuncola parte la missione di Economy of Francesco 2.0

Visita di Papa Francesco ad Assisi in occasione dell’evento “Economy of Francesco”