LUNEDÌ della VI sett. di Pasqua Feria (bianco)
lunedì, 10 maggio 2021
I programmi regionali di Franciscans International 09 Lug 2018

Programma Americhe

L’impegno di Franciscans International nelle Americhe si è concentrato su alcune delle più pressanti questioni di diritti umani relative al continente. Durante lo scorso anno, l’ufficio delle Americhe ha lavorato principalmente per la protezione delle popolazioni a rischio, tra cui i migranti, i rifugiati, le popolazioni indigene, e le comunità colpite dalle industrie per l’estrazione mineraria, oltre che per questioni relative ai diritti ambientali.

Haiti

Problemi di lunga data in materia di diritti umani, tra cui la mancata concretizzazione dei diritti economici, sociali, e culturali, oltre al forte degrado ambientale e alla vulnerabilità del paese al cambiamento climatico e ai disastri naturali, si ripercuotono quotidianamente sulle vite degli Haitiani.

In questo contesto, Franciscans International ha lavorato nel 2017 al rafforzamento della sua collaborazione con la Commissione Nazionale Episcopale per la Giustizia e la Pace di Haiti (CE-JILAP) e con la Famiglia Francescana di Haiti. Queste operazioni hanno avuto luogo nell’ambito di uno sforzo coordinato per proteggere i diritti delle popolazioni a rischio, nello specifico quelle persone che sono state private della loro libertà e chi è stato colpito da disastri naturali. Gli sforzi compiuti in questa direzione sono stati divisi in due correnti, uno sul campo e l’altro all’interno delle organizzazioni internazionali per i diritti umani.

La prima di queste correnti ha richiesto una visita ad Haiti, dove abbiamo avuto l’opportunità di raccogliere prove e testimonianze, incontrare le persone colpite e i nostri partner. La condizioni drammatiche del Penitenziario Nazionale (Pénitencier National) di Port-au-Prince, dove 42 persone sono morte in detenzione nelle settimane precedenti alla visita, riassume la gravità della situazione e la necessità di agire immediatamente.

Nella seconda corrente, abbiamo denunciato la questione ad organizzazioni internazionali per i diritti umani, tra cui le Nazioni Unite. Nello specifico, abbiamo consegnato testimonianze orali nell’occasione della trentaquattresima sessione del Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani e fornito resoconti basati sulle violenze viste nel Penitenziario Nazionale a diversi Relatori Speciali delle Nazioni Unite. Infine, approfittando della sua visita ad Haiti, il Coordinatore Regionale ha contribuito ad un corso di formazione che ha visto la partecipazione di oltre 20 persone da tutta Haiti.

Messico

I diritti di migranti e rifugiati sono un altro problema che si è trovato al centro delle attività di Franciscans International nelle Americhe.

Franciscans International ha continuato a lavorare per assicurare i diritti delle centinaia di migliaia di persone che, in fuga dalla violenza e dalla povertà in Honduras, El Salvador, e Guatemala, emigrano e cercano rifugio in Messico. In quel contesto, abbiamo sostenuto le azioni compiute da La 72 Hogar Refugio Para Personas Migrantes (La 72), un progetto Francescano con sede a Tenosique, nello stato di Tabasco, in Messico. La 72 è uno dei più grandi rifugi per migranti e rifugiati di tutto il Messico, e fornisce supporto legale, sanitario, e psicologico a chi si sta spostando.

I dati e le informazioni raccolte nel corso delle loro attività quotidiane sono stati fondamentali per sostenere i diritti dei migranti e dei rifugiati al livello delle Nazioni Unite, a Ginevra. Insieme a La 72, Franciscans International ha organizzato un evento collaterale alla trentacinquesima sessione del Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani per sensibilizzare riguardo alla situazione dei migranti e dei rifugiati nel Triangolo Settentrionale dell’America Centrale. Inoltre, Franciscans International ha presentato una richiesta per un appello urgente al Relatore Speciale per il diritto ad un’abitazione dignitosa e per i diritti delle persone sfollate. Insieme a La 72 e altri partner con base a Ginevra, abbiamo presentato alla Commissione delle Nazioni Unite sui Lavoratori Migranti una relazione incentrata sui Difensori dei Diritti Umani che lavorano con i migranti, nel contesto della revisione del Messico.

El Salvador

Nelle Americhe si sono anche riscontrate violazioni dei diritti umani relativi all’ambiente, come il diritto all’acqua e il diritto ad un ambiente sano. Tra i casi portati all’attenzione della comunità internazionale da Franciscans International spicca quello di El Salvador.

L’estrazione di metalli in El Salvador, benché non sia stata praticata su scala industriale per decenni, ha ancora conseguenze molto gravi per il paese: oltre il 90% delle acque di superficie sono intensamente inquinate, e il paese ha il tasso di deforestazione più alto del continente dopo Haiti. Dal 2004, movimenti popolari, tra cui anche la Famiglia Francescana, sono attivi in El Salvador per proibire l’estrazione di metalli. All’inizio del 2017, in seguito a un intenso lavoro di advocacy nel paese, una legge che proibisce l'estrazione di metalli è stata adottata dal Congresso Nazionale salvadoregno.

Franciscans International, insieme ai suoi partner Francescani di El Salvador, si è impegnata al livello delle Nazioni Unite per fare pressione sul governo salvadoregno perché lavori per rendere effettiva questa legge. Con questo in mente, Franciscans International ha organizzato anche un evento collaterale alla trentaseiesima sessione del Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, dedicato all’impatto dell’estrazione industriale sull’ambientale, sull’acqua e sui diritti umani, sulla sostenibilità, e sulle risorse idriche lungo il confine.

Roraima, Brasile

L’ufficio per le Americhe si è impegnato per sensibilizzare riguardo alla situazione dei migranti dal Venezuela in viaggio verso il Nord del Brasile, e per proteggere i loro diritti umani. Con l’aiuto di partner sul campo, sono state affrontate molte questioni relative alla protezione dei migranti e ai diritti delle popolazioni indigene.

La crisi migratoria in Roraima (Brasile) è una conseguenza diretta della crisi politica ed economica del Venezuela. La maggior parte delle persone che abbandonano il Venezuela per andare in Brasile vogliono salvaguardare i loro diritti fondamentali e ottenere un futuro migliore per loro stessi e i loro figli.

Franciscans International, insieme a Suor Telma Lage del Centro per le Migrazioni e i Diritti Umani della diocesi di Roraima, uno dei nostri partner Brasiliani, ha difeso i diritti e la protezione dei migranti presso la sede delle Nazioni Unite di Ginevra. Questo ha incluso anche un evento collaterale alla trentacinquesima sessione del Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, una presentazione ai Relatori Speciali per i diritti umani dei migranti e i diritti delle popolazioni indigene, e comunicazioni mirate con rappresentanti degli Stati Membri delle Nazioni Unite presenti a Ginevra. Le pressioni su scala nazionale e internazionale hanno spinto il Ministro Federale della Salute Brasiliano ad annunciare il trasferimento di 12 milioni di Reais (3,7 milioni di dollari) allo Stato di Roraima per aiutare a far fronte all’afflusso di migranti dal Venezuela. Inoltre, il Ministero Brasiliano della Giustizia ha annunciato che la Polizia Federale avrebbe aumentato la sua presenza nei pressi del confine col Venezuela per migliorare i servizi forniti ai migranti.

Infine, come risultato del suo lavoro di sostegno insieme a Franciscans International, il Centro per le Migrazioni e i Diritti Umani della diocesi di Roraima ha ricevuto 40.000 dollari dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni delle Nazioni Unite (IOM). Fondi, questi ultimi, che saranno usati per fornire servizi diretti ai migranti. Il Centro ha firmato anche un accordo con l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e una partnership col Ministero del Lavoro del Brasile.

Per ulteriori info:

Ginevra:
37-39 rue de Vermont, P.O. Box 104, CH-1211 Ginevra 20, Svizzera, T +41 22 7 79 40 10,
F +41 22 7 79 40 12, geneva@fiop.org

New York:
246 East 46th Street #1, New York, NY 10017-2937, Stati Uniti,
T: +1 917 675 1075, newyork@fiop.org

www.franciscansinternational.org



Ambiente Diritti umani Economia Franciscans International Lavoro Messico Migranti Nazioni Unite Rifugiati

Articoli correlati

12 Apr 2021

Ite ad Joseph

Solennità e Anno di San Giuseppe a Santa Maria degli Angeli
07 Apr 2021

Francesco e la cura dell’ambiente

“Le sue viscere di misericordia” per le creature più deboli
30 Mar 2021

Come intendere l’economia e il progresso

La bussola dell’ecologia integrale di Papa Francesco
08 Gen 2021

Perugia e i francescani

Una storia di reciproca gratitudine
27 Nov 2020

A nome dei giovani e dei poveri della Terra, chiediamo che...

Messaggio conclusivo dei giovani economisti di The Economy of Francesco
Leggi altre notizie dallo speciale

07 Mag 2021

La Sardegna pellegrina ad Assisi

Nella solennità di San Francesco per offrire l’olio che arde nelle Basiliche di Assisi