II DOMENICA DEL T.O. (verde)
domenica, 20 gennaio 2019
Come i frati interpretarono questo turbolento periodo della loro storia? 25 Ott 2018

La Porziuncola nell’epoca napoleonica

Negli anni dell’occupazione napoleonica dello Stato della Chiesa, ogni dipartimento era chiamato ad istituire un “Dépot de mendicité”, ovvero un centro di accoglienza/detenzione di mendicanti, poveri, malati e bisognosi che popolavano le strade di tutte le città dell’Impero. Per il Dipartimento del Trasimeno, l’odierna Umbria, venne scelto il convento della Porziuncola, dal quale i frati erano stati espulsi con l’arrivo dell’esercito francese.

Come il convento venne trasformato? A quali scopi era istituito tale centro? Quali le difficoltà, gli ideali, le contraddizioni di questa opera? Come i frati interpretarono questo turbolento periodo della loro storia?

A queste e altre domande si cercherà di rispondere approfittando della presentazione del libro di Chiara Coletti, I depositi di mendicità negli stati romani e la dominazione napoleonica: lavoro forzato e inclusione sociale, (L’Harmattan Italia, Torino, 2018).

L’appuntamento è alle ore 16 di sabato 10 Novembre presso il refettorietto del Convento della Porziuncola. L’ingresso è libero e gratuito.

Clicca qui per scaricare la locandina



Francescanesimo Libro Presentazione Storia

Articoli correlati

16 Gen 2019

Papa Francesco: è vitale per i cristiani conoscere la tradizione ebraica

In libreria domani “La Bibbia dell’amicizia”, libro curato tra gli altri da fra Giulio Michelini ofm
10 Gen 2019

Un saio…anzi tre

Fratelli nella vita, fratelli nella vocazione
12 Nov 2018

I frati minori della Porziuncola e i “depositi di Mendicità”

Evento coi frati della Porziuncola e l’Accademia Properziana del Subasio
09 Nov 2018

San Francesco di Assisi.Vita di un uomo veramente felice

Prefazione di Ferdinando Campana
08 Nov 2018

Vedere dentro.13 racconti per incontrare Gesù

Un libro per avvicinarsi a Dio
18 Gen 2019

Festa dei Santi martiri di Marocco

Lettera del Ministro Generale ai frati della Custodia del Marocco