lunedì, 23 maggio 2022
L'affezione in Angela da Foligno 31 Mar 2018

Il Sabato santo, nel sepolcro con Cristo

Il sabato santo, dopo i fatti precedenti, la fedele mi riferì le stupende gioie, che aveva sperimentato riguardo a Dio.

Fra le altre cose mi disse che quello stesso giorno, durante un rapimento, era stata con Cristo nel sepolcro e aggiunse d’aver prima baciato il petto di Cristo e poi la sua bocca – lo vide disteso con gli occhi chiusi, come quando giaceva morto – e di aver percepito un odore meraviglioso e inenarrabilmente piacevole che usciva dalla bocca.

Precisò che a quel punto ci fu una breve sosta e che dopo mise la sua guancia sopra quella di Cristo ed egli pose la sua mano sopra l’altra guancia di lei e la strinse a sé e le rivolse queste parole: «Prima di stare nel sepolcro, ti tenni stretta così».

Sebbene capisse che era Cristo a dire tali parole, tuttavia notò che stava disteso, con gli occhi chiusi, senza muovere le labbra, come quando giacque morto nel sepolcro. Lei gustò una gioia grandissima in modo inenarrabile.

Cfr. anche Giovedì santo con sant’Angela da Foligno.



Angela da Foligno Sabato Santo Santo Sepolcro

Articoli correlati

19 Apr 2022

Cristo ieri, oggi e sempre

I giorni di Pasqua alla Porziuncola
16 Apr 2022

Sabato Santo: il giorno del silenzio

Conoscere meglio, per meglio celebrare
08 Nov 2021

Riprendono i lavori di restauro nella Basilica del Santo Sepolcro

Presentati l’avanzamento degli studi di fattibilità e i tempi previsti di realizzazione
16 Feb 2021

600° anniversario di istituzione dei Commissari di Terra Santa

Celebrazione eucaristica di ringraziamento al Santo Sepolcro
18 Apr 2019

Giovedì santo con sant’Angela da Foligno

Un estratto dal Memoriale
06 Mag 2022

Francesco e l’accoglienza dei fratelli briganti

I briganti di Montecasale nel racconto dei Fioretti



  • 28 Mar 2022

    Rito della fratellanza

    Sabato 2 aprile 2022 alle ore 16.30 all’abbazia di San Pietro in Assisi